COVID-19, il Presidente del Consiglio firma il nuovo Dpcm del 24 ottobre 2020

Il Dpcm 24 ottobre 2020, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, introduce nuove misure di contenimento del contagio in vigore fino al 24 novembre 2020.

Versione testuale

Infografica 1

Dpcm 24 ottobre 2020

Misure di contrasto e contenimento dell'emergenza Covid-19

BAR, PUB, RISTORANTI, GELATERIE E PASTICCERIE

  • apertura dei locali dalle ore 5 alle ore 18. Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di 4 persone, salvo che siano conviventi
  • obbligo di esporre numero massimo di persone ammesse nel locale
  • apertura degli esercizi nelle aree di servizio e rifornimento carburante lungo le autostrade

RISTORAZIONE A DOMICILIO O ASPORTO

  • ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico sanitarie
  • ristorazione con asporto con divieto di consumo sul posto o nelle vicinanze fino alle ore 24. Regioni e Province dovranno accertare la compatibilità con l’andamento della situazione epidemiologica

MENSE E RISTORAZIONE IN ALBERGHI

  • ristorazione in alberghi e in strutture ricettive consentita senza limiti di orario ai soli propri ospiti
  • attività di mense e catering consentite garantendo la distanza di sicurezza interpersonale di almeno 1 metro

CONSUMO LUOGHI PUBBLICI

  • divieto di consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico dopo le ore 18

ATTIVITA’ COMMERCIALI

  • apertura degli esercizi commerciali nel rispetto della distanza interpersonale di 1 metro, accessi dilazionati, sosta all’interno dei locali per il tempo necessario all’acquisto dei beni

CERIMONIE CIVILI E RELIGIOSE, FESTE

  • divieto di feste in luoghi al chiuso e all’aperto legate a cerimonie civili e religiose

DISCOTECHE

  • sospensione delle attività che hanno luogo in sale da ballo o discoteche all’aperto o al chiuso.

ABITAZIONI PRIVATE

  • raccomandazione a non ricevere persone diverse dai conviventi, salvo per esigenze lavorative e per situazioni di necessità e urgenza

Infografica 2

SPORT, PALESTRE E IMPIANTI SCIISTICI

  • accesso consentito alle aree attrezzate e ai parchi pubblici, con distanza di almeno 2 metri per attività sportiva e di 1 metro per ogni altra attività
  • attività sportiva e motoria consentita all’aperto presso centri e circoli sportivi pubblici e privati, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza assembramento in conformità con le linee guida emanate dall’Ufficio per lo sport e la Federazione medico sportiva italiana (FMSI)
  • sospensione di eventi e competizioni sportive, di sport individuali e di squadra in ogni luogo pubblico e privato
  • consentiti gli eventi e le competizioni riguardanti gli sport individuali e di squadra riconosciuti di interesse nazionale o regionale dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI) e dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP)
  • sospensione delle attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere e centri termali, eccezion fatta per quelle attività rientranti nei livelli essenziali di assistenza
  • divieto di sport di contatto per attività dilettantistica di base nonché per tutte le gare, competizioni e attività anche aventi carattere ludico-amatoriale
  • obbligo di test molecolare per atleti, tecnici, giudici e commissari di gara provenienti da paesi per i quali è vietato l’ingresso o è prevista la quarantena
  • chiusura degli impianti sciistici
  • accesso consentito solamente a atleti professionisti e non professionisti riconosciuti dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI), Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni, per permettere preparazione e svolgimento di competizioni sportive nazionali e internazionali

SCUOLA E UNIVERSITA’

  • adozione di forme di didattica a distanza alternata a quella in presenza, con diversificazione dell’orario di entrata e uscita degli studenti per le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado, per una quota pari
  • piani di organizzazione della didattica e delle attività curriculari in presenza e a distanza in funzione delle esigenze formative tenendo conto dell'evoluzione del quadro pandemico territorialeattivazione di eventuali turni pomeridiani con ingresso a partire dalle ore 9
  • sospensione dei viaggi di istruzione, iniziative di scambio o gemellaggio e attività fuori sede degli studenti (teatro o mostre)
  • predisposizione da parte delle Università di piani di organizzazione della didattica e delle attività curriculari in presenza e a distanza in funzione delle esigenze in base all’andamento del quadro pandemico territoriale. Le stesse disposizioni si attuano anche alle Istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica

BANCHE, ASSICURAZIONI

  • servizi bancari, finanziari, assicurativi garantiti nel rispetto delle norme igienico sanitarie

Infografica 3

SETTORE AGRICOLO, ZOOTECNICO

  • attività del settore agricolo, zootecnico garantite nel rispetto delle norme igienico sanitarie

MANIFESTAZIONI PUBBLICHE

  • svolgimento di manifestazioni pubbliche solo in forma statica e con rispetto delle distanze sociali prescritte

CONGRESSI

  • sospensione delle attività congressuali, eventi e convegni ad eccezione di quelle che si svolgono a distanza

SAGRE E FIERE

  • sospensione di fiere e sagre locali ad esclusione delle manifestazioni fieristiche di livello nazionale e internazionale

LUOGHI DI CULTO

  • accesso ai luoghi di culto consentito evitando assembramenti e rispettando la distanza di almeno 1 metro

CINEMA, TEATRI E SALE DA CONCERTO

  • sospensione degli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, da concerto, sale cinematografiche e altri spazi, anche all’aperto

MUSEI, LUOGHI DI CULTURA

  • accesso a musei, istituti e luoghi di cultura consentito con ingressi contingentati per evitare assembramenti e assicurare la distanza tra visitatori di almeno 1 metro

CENTRI CULTURALI, SOCIALI E RICREATIVI, SALA GIOCHI E SCOMMESSE

  • sospensione delle attività dei centri culturali, sociali e ricreativi
  • sospensione delle attività di sale giochi, scommesse, sale bingo e casinò

GIARDINI, PARCHI, VILLE PUBBLICHE

  • accesso a giardini, parchi e ville pubbliche condizionato al rispetto del divieto di assembramento (art.1, comma 8, primo periodo del decreto legge 16 maggio 2020 n.33), nonché della distanza di sicurezza di almeno 1 metro
  • accesso alle aree gioco per attività ludica o ricreativa consentito ai minori, anche in compagnia di familiari

Infografica 4

PARCHI TEMATICI E DIVERTIMENTO

  • sospensione delle attività dei parchi tematici e di divertimento

SCUOLA GUIDA

  • consentiti i corsi abilitanti, le prove teoriche e pratiche sia negli uffici della motorizzazione civile che nelle autoscuole

OSPEDALI

  • divieto di permanenza nelle sale di attesa dei dipartimenti di emergenza, accettazione e pronto soccorso agli accompagnatori dei pazienti
  • accesso presso reparti di lungo degenza, ospitalità e residenze sanitarie assistite (RSA) consentito ai parenti e visitatori, nel rispetto dei casi indicati dalla direzione sanitaria della struttura

LAVORO

  • incentivo allo smart working nella pubblica amministrazione e raccomandazione ad incentivarlo nel settore privato
  • sospensione di riunioni in presenza e raccomandazione ad imprese, studi professionali e ogni altra categoria di lavoratori a convocare le riunioni in video conferenza
  • necessità di applicare i controlli di sicurezza all’interno degli uffici
  • obbligo di mascherina per dipendenti con distanza inferiore a 1 metro
  • necessità di sanificazione dei luoghi di lavoro

VIAGGI

  • nuove limitazioni agli spostamenti da e per l’estero (elenco E dell’allegato 20)
  • obbligo di presentare una dichiarazione di arrivo per chi fa ingresso nel territorio italiano
  • sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario e obblighi di sottoporsi a tampone (elenchi D, E ed F dell'allegato 20)
  • obbligo per i vettori e armatori di verificare temperatura prima dell’imbarco
  • divieto di imbarco per coloro che manifestano uno stato febbrile
  • obbligo di utilizzo per equipaggio e passeggeri dei mezzi di protezione individuali
  • obbligo di dotare i passeggeri di mascherine nel caso ne fossero sprovvisti al momento dell’imbarco

Infografica 5

TRASPORTO PUBBLICO

  • uso di bus turistici per potenziare i trasporti
  • scaglionamento degli ingressi giornalieri nelle scuole e nelle università, anche attraverso il raccordo tra i dirigenti scolastici e le agenzie di trasporto pubblico locale
  • conferma della capienza del trasporto pubblico locale all’80%
  •  

SPOSTAMENTI CON MEZZI PUBBLICI E PRIVATI

  • raccomandazione a limitare gli spostamenti con mezzi pubblici o privati, eccezion fatta per esigenze lavorative, studio, salute, necessità o per usufruire di servizi non sospesi

CHIUSURE CENTRI URBANI

  • eventuale chiusura dei centri urbani, vie, piazze dopo le ore 21, fatta salva la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali aperti e alle abitazioni private. La chiusura potrà essere disposta dai sindaci per evitare assembramenti

APP IMMUNI

  • obbligo degli operatori sanitari del Dipartimento di prevenzione delle aziende sanitarie locali di caricare il codice chiave in caso di positività

 

 

 

 

Torna all'inizio del contenuto