Monitoraggio dello stato di attuazione dei provvedimenti legislativi

In Consiglio dei ministri, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Roberto Garofoli, ha illustrato una relazione sul monitoraggio dei provvedimenti attuativi della XVIII Legislatura.

Su un totale di 1.135 provvedimenti attuativi previsti dalle disposizioni legislative dei primi due Governi della XVIII Legislatura, al 13 febbraio 2021 (data di insediamento del Governo in carica) lo stock dei provvedimenti da adottare era pari a 679. Alla data del 28 aprile 2021, dopo circa due mesi e mezzo di Governo, lo stock dei provvedimenti da adottare si è ridotto dell’11,9%, passando complessivamente dai 679 provvedimenti a 598 provvedimenti.

A questi, si aggiungono i decreti attuativi previsti dagli atti normativi dell’attuale Governo (50, di cui 4 adottati, 32 da adottare e 14 la cui efficacia è stata rinviata al 2022). Pertanto, dei 1.185 provvedimenti attuativi della XVIII legislatura, il 45,7 per cento (541 provvedimenti) è stato adottato; il 54,3 per cento (644 provvedimenti) risulta non adottato. Alle Amministrazione è stato chiesto di imprimere un’ulteriore accelerazione nell’adozione dei provvedimenti.

In Consiglio dei Ministri è stata, inoltre, condivisa l’esigenza di attenuare la tendenza al rinvio a decreti attuativi prediligendo normative autoapplicative.

Torna all'inizio del contenuto